Commento al Vangelo della Prima Domenica di Avvento.

4 dicembre 2014 at 15:20

Andrea

Dal Vangelo di Marco

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Fate attenzione, vegliate, perché non sapete quando è il momento. 34 È come un uomo, che è partito dopo aver lasciato la propria casa e dato il potere ai suoi servi, a ciascuno il suo compito, e ha ordinato al portiere di vegliare. 35 Vegliate dunque: voi non sapete quando il padrone di casa ritornerà, se alla sera o a mezzanotte o al canto del gallo o al mattino; 36 fate in modo che, giungendo all’improvviso, non vi trovi addormentati. 37 Quello che dico
a voi, lo dico a tutti: vegliate!».

Parola del Signore

Commento                                                                                                                                                                                    Avvento, sappiamo, significa «venuta»; tempo di Avvento è dunque tempo di attesa di qualcuno che deve venire.  Noi non sappiamo come e quando si compirà la vicen­da umana. Neppure sappiamo quando e come si compirà la nostra piccola vicenda personale, ma sappiamo dell’invito di Gesù a vi­gilare. Potremmo assumere l’atteggiamento contrario, e molti lo fanno. Tanti  tirano a campare, un giorno dopo l’altro, come capita. Più che vivere ,si lasciano vivere. Non hanno domande, e non cercano risposte. Oppure vivono nella frenesia di fare le cose che a loro interessano, senza preoccuparsi se quella è la volontà di Dio o meno. Ma il punto centrale è che tutto si compie meglio quando si cammina sotto lo sguardo di Dio, perché il pericolo è che il Signore ci trovi distratti, invece vorrebbe trovare i cristiani consapevoli e attenti. Il teologo tedesco,  Bonhoeffer, ha scritto: «L’atte­sa delle ultime cose implica l’impegno per le penultime», cioè, l’impegno nel tempo che stiamo vivendo.  Abbiamo ricevuto dal Signore un grande dono: il tempo, e il Signore si aspetta che lo si occupi bene. Santa Caterina da Siena diceva ai suoi contemporanei: «Correte! Perché il tempo è breve!». È l’inquietudi­ne dei santi, di coloro che vivono intensamente questo tempo di attesa del Signore che viene, anzi che è già e sempre in mezzo a noi,  in ogni momento.

Per riflettere

E io, come impiego il mio tempo? Quali propositi mi pongo per questo Avvento?download (1)