XXVIII° Domenica del Tempo Ordinario

10 ottobre 2013 at 07:00

Andrea

0

lectio

Dal Vangelo secondo Luca

Lungo il cammino verso Gerusalemme, Gesù attraversava la Samaria e la Galilea.
 
Entrando in un villaggio, gli vennero incontro dieci lebbrosi, che si fermarono a distanza e dissero ad alta voce: «Gesù, maestro, abbi pietà di noi!». Appena li vide, Gesù disse loro: «Andate a presentarvi ai sacerdoti». E mentre essi andavano, furono purificati.
 
Uno di loro, vedendosi guarito, tornò indietro lodando Dio a gran voce, e si prostrò davanti a Gesù, ai suoi piedi, per ringraziarlo. Era un Samaritano.
 
Ma Gesù osservò: «Non ne sono stati purificati dieci? E gli altri nove dove sono? Non si è trovato nessuno che tornasse indietro a rendere gloria a Dio, all’infuori di questo straniero?». E gli disse: «Àlzati e va’; la tua fede ti ha salvato!».
Commento
La fede richiede anche gratitudine…. Ci potremmo chiedere come mai è tornato indietro un solo lebbroso? E non tutti gli altri? Forse perchè gli altri hanno dato per scontato la guarigione? Forse perchè non hanno ritenuto Gesù responsabile della guarigione ma solo i sacerdoti? Quello che conta  però è quel tale che è tornato indietro, ha riconosciuto l’opera di Dio nella sua vita e vuole lodarlo e ringraziarlo per questo. Questo brano ci dice che Dio opera in ognuno di noi, ma non tutti  enon sempre noi ce ne rendiamo conto… Impegnamoci in questa settimana a pensare a quante cosa fa Dio in noi e per noi, e a leggere la sua presenza nella nostra vita!!!! Infine non ci resta che ringraziarlo per tutti i doni che ci ha dato.
Don Andrea

Lascia un Commento